lacupoladellapolitikaisoladellefemmine

This WordPress.com site is the bee's knees

Ato Palermo 1. Niente soldi dalla Regione, riesplode l’emergenza rifiuti

Il commissario liquidatore della società d’ambito Antonio Geraci rassicura che entro domani arriverà il finanziamento

 

Ancora niente soldi dalla Regione e nei 12 Comuni dell’Ato Palermo 1, compresi tra Balestrate e Isola delle Femmine, si aggrava l’emergenza rifiuti. Soltanto la mediazione del Commissario liquidatore della società d’ambito, Antonio Geraci, ha evitato i peggio e cioè che fosse vietato l’ingresso dei compattatori alla discarica di Siculiana. “Abbiamo avuto rassicurazioni che entro domani arriverà lo stanziamento straordinario della Regione di circa 2 milioni di euro – afferma Geraci – e questo ci ha permesso di avere concesse altre 24 ore di proroga per potere scaricare i rifiuti”. Il rischio che la discarica potesse sbarrare i cancelli era già nell’aria la scorsa settimana a causa delle diverse fatture arretrate che l’Ato non ha liquidato alla ditta che ha in gestione il sito dell’agrigentino. Il ritardo da parte della Regione del decreto di stanziamento in via straordinaria avrebbe potuto compromettere tutto: “Fortunatamente si è scongiurata la totale paralisi e da domani contiamo di far ripartire il servizio a pieno regime”. E’ comunque esplosa da questa mattina la vera e propria emergenza. Si era pensato lo scorso fine settimana che questo epilogo si sarebbe potuto evitare ma alla fine così non è stato. Oramai le postazioni con i cassonetti strasbordano di rifiuti e questa notte si sono verificati una catena di raid incendiari ovunque. A fuoco ancora rifiuti a Partinico in via Petrocelli e sulla statale 113 vicino contrada Cicala, a Cinisi in corso Umberto, a Terrasini sul lungomare Peppino Impastato, ed a Carini in via Morello, all’uscita autostradale e nella borgata di Villagrazia in via Berlinguer. La mancata liquidazione nelle casse dell’Ato sta causando una catena di problematiche: infatti sono fermi i mezzi presi a noleggio e anche il centinaio di lavoratori della Temporary, la società interinale che garantisce manodopera all’Ato. Dunque da una situazione di difficoltà, con i cassonetti che già nello scorso fine settimana nelle periferie erano stracolmi di immondizia, si è arrivati ad una enorme criticità. I soldi dalla Regione dovrebbero comunque arrivare a stretto giro di posta e i tanti problemi dovrebbero essere superati. Al momento giacciono per le strade dei 12 Comuni all’incirca attorno alle mille tonnellate. Per uscire dall’emergenza servirà almeno una settimana, nella migliore delle ipotesi.

 ( 11 giugno 2012 )

 

http://www.tv7partinico.it/visualizza.asp?val=3655

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: